L’ordinanza a cui starebbe lavorando la giunta regionale, anticipata via FB dal post del Vicepresidente Mirco Carloni, confermerebbe la DAD fino a fine mese per le scuole secondarie. Tutti gli altri torneranno in presenza il prossimo 7 gennaio.

Gli studenti degli istituti superiori marchigiani non torneranno sui banchi il prossimo 7 gennaio, come da previsione del Governo nazionale. L’assessore regionale all’istruzione, Giorgia Latini, chiarisce quanto anticipato sui social dal Vice Presidente, Mirco Carloni, spiegando che l’ordinanza in preparazione riguarderà esclusivamente gli istituti superiori della nostra regione. Dunque tutti gli altri torneranno tra i banchi a conclusione della pausa natalizia, senza alcuno slittamento.

L’assessore spiega come il provvedimento sia stato deciso in seguito al restringimento, da parte del Governo, dei parametri per la classificazione in zona gialla, «I dati non sono propriamente confortanti anche a livello nazionale – si legge in un post pubblicato nel suo profilo FB – e per di più da ieri sera sono stati ristretti ulteriormente i parametri che stabiliscono l’ingresso nelle zone arancioni o rosse: si passa ad arancione con un Rt di 1,00 e in rossa da 1,25. Modifiche assurde fatte a 4 giorni dalla riapertura mentre avevamo lavorato insieme al mondo della Scuola per garantire la riapertura al 50% in presenza sulla base dei parametri precedenti. E avremo un elemento certo sulla collocazione della nostra regione nelle zone arancione o gialla non prima di venerdì prossimo. Ma il nostro obiettivo è mantenere l’apertura delle scuole, evitando continue ordinanze di chiusura e riapertura: un’altalena che produrrebbe ulteriore incertezza e non servirebbe a nessuno. Il mio orientamento è quello di seguire altre regioni che hanno richiesto un posticipo della riapertura al 31 gennaio. Data che ci permetterebbe di avere tempi utili per consolidare i dati più favorevoli in termini epidemiologici, mantenendo le attività laboratoriali in presenza così come quelle dedicate ai disabili e una didattica a distanza al 100%. Nulla toglie che se la situazione migliorerà prima, potremo aggiornare le disposizioni per la riapertura». La firma dell’ordinanza da parte del presidente Acquaroli potrebbe arrivare già nella tarda serata di oggi.

Domani, martedì 5 gennaio 2020, dalle ore 11 alle ore 13, Priorità alla Scuola Comitato Marche organizza un sit-in statico, di fronte alla scalinata antistante Palazzo Raffaello, sede della Regione Marche. “La manifestazione – fanno sapere gli organizzatori – si svolgerà nel rispetto delle norme anti-covid, per sensibilizzare l’opinione pubblica sull’apertura delle scuole superiori il 7 gennaio. Dopo gli annunci di alcuni esponenti della Giunta della Regione Marche, che intendono posticipare il rientro a scuola, Priorità alla Scuola ha deciso di andare in Regione a chiedere conto di quanto fatto finora”.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: