Me lo leggi?

Iniziamo! E poi?

Che meraviglia parlare di libri! Sono Angela, fiera proprietaria della libreria Arcobalena – Mondatori Point e appassionata di albi illustrati e letteratura per l’infanzia. Divido i libri in tre macrogruppi: i “li porto a casa”, i “mi basta averli in libreria” e i “parliamo lingue diverse”.

Come premessa mi piacerebbe potervi consigliare, grazie alla vasta esperienza in questo campo, di affrontare il tema libri con estrema tranquillità e sincerità intellettuale: sentitevi liberi di scegliere ciò che più vi piace.

L’editoria per l’infanzia è un settore in via di sviluppo, non in crisi, in cui le novità, mese dopo mese, si moltiplicano in modo esponenziale. Quindi di una cosa state pur certe: troverete sicuramente un libro che fa per voi.

Le mamme sono, a mio modesto parere, il filtro della realtà dei propri figli. Lo psicologo Domenico Barillà descrive gli occhi delle mamme come la possibilità, per il bambino, di vedere al di là di un muro. La voce della mamma descrive ciò che vede, che percepisce, che comprende. Allo stesso modo per i libri: per far sì che i vostri figli si approccino al mondo della lettura fin da piccoli dovete amare quello che leggete. Le parole, il significato, le illustrazioni fanno di un libro un mezzo straordinario che apre le porte del mondo. ENTRATE, senza paura.

Iniziamo il nostro viaggio con un libro molto poetico e particolare, ma secondo me adattissimo ed augurale.

E POI?”nasce dal cuore, dalle mani e dai colori di una coppia di disegnatori, editori e stampatori per passione. Marito e moglie, che, come genitori, hanno creato a quattro mani un albo surrealista, colorato e incalzante. Pochissime parole e diversi livelli di lettura a seconda delle età. Il libro si apre con l’immagine di un bosco rigoglioso. Animali, creature, personaggi (dalla tartaruga-roccia alla Venere) riempiono lo spazio, lo sguardo, l’immaginazione. Con il passare dei mesi (–SETTEMBRE- scandisce il libro a ritmo con le pagine) vediamo apparire degli strani uomini/attrezzi che, lentamente, accartocciano, piallano, segano, arrotolano, martellano il paesaggio. Né la neve di Dicembre né il ghiaccio di Febbraio fermano questo incessante lavoro che si conclude con la costruzione di una stazione dritta, geometrica e spaziosa. E i personaggi? Nell’ultima pagina (ormai è estate) li vediamo ammassati tutti dentro un treno: uno sopra l’altro. E POI?

Albo sensibile e responsabile, da leggere con i bambini di tutte le età. Da raccontare e farsi raccontare. Da analizzare nei minimi particolari in tutte le sue molteplici gemme di poetica illustrazione. L’ho portato a casa senza pensarci un secondo.

Questa rubrica è gestita in collaborazione con Arcobalena Libreria, Corso Matteotti 241, Porto Recanati

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: