Sos verdure, come gestire il rifiuto

La pediatra e nutrizionista infantile Carla Tomasini spiega perché è importante evitare imposizioni, senza rinunciare ad un’alimentazione sana, per sé e per i propri bambini.

Lo fanno tutti: chi scuote la testa, chi le butta a terra, chi le raggruppa al lato del piatto. Le verdure rappresentano molto spesso l’alimento del rifiuto per eccellenza da parte dei più piccoli. Perché? E cosa fare per prevenire eventuali carenze nutritive? “La selettività nei confronti delle verdure e delle consistenze fibrose – spiega Carla Tomasini, pediatra e nutrizionista infantile è naturale dai 2 ai 5 anni. Poi mi migliora o si spegne del tutto. Tuttavia negli ultimi anni è emerso come in Italia e più in generale in Occidente, si registri un aumento di quel disturbo del comportamento alimentare che è l’iperselettività. Questo a causa di una cronicizzazione di scelte alimentari sbagliate provocate dal timore ancestrale della denutrizione infantile: siamo infatti portati a dare di tutto purché il bambino mangi”. Cosa c’è di errato in questo? “Riempire il pancino” non è sinonimo di nutrire. È molto meglio mangiare poco ma sano. Le calorie vuote, che sono quelle che danno l’immediato senso di sazietà, sono le stesse che portano il bambino nel tempo ad ammalarsi”. 

E tornando alle verdure?  “Se il bambino le rifiuta, lasciamo che le scansi e che assaggi il resto. Non offriamo solo pasta in bianco, ma, al contrario, coloriamo le nostre tavole. Il cibo e la sua accettazione passano sempre dalla vista. E studi scientifici hanno dimostrato come l’accettazione scatti dopo esposizioni ripetute, da 8 fino a 20 volte per l’esattezza. Abituiamo i nostri bambini a vedere di tutto sulla tavola e soprattutto direttamente nel loro piatto. Questo senza mai insistere. Qualcosa mangeranno. E se non lo fanno offriamo frutta o aspettiamo il pasto successivo. È importante far entrare in casa solo cibi sani. Altrimenti i bambini si fiondano sulle calorie (biscotti, snack, gelati…). Non portiamo il nemico in casa. I nostri migliori alleati sono i colori”.

09/07/2019

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: